Dettaglio notizia

09/04/2020: IMU anno 2020

Con Legge 27 dicembre 2019, n. 160, comma 738 è stata abrogata dal 2020 l'Imposta Unica Comunale (IUC comprendeva IMU TASI TARI) istituita con legge 147/2013 ad eccezione delle disposizioni TARI.

Le aliquote ed il regolamento della nuova IMU, disciplinata dalle disposizioni di cui all'articolo 1, commi 739-783 della legge 160/2019, se approvati entro il 31/07/2020, avranno decorrenza dal primo gennaio 2020.

L'Ufficio Tributi pubblicherà le istruzioni della nuova imposta successivamente all'approvazione da parte del Consiglio Comunale del regolamento e delle aliquote.

Le scadenze della nuova Imu rimangono invariate così come il codice ente (A388) e i codici tributo già utilizzati per l'imu 2019 (3912/3916/3918/3925/3930).
Acconto 16/06/2020
Saldo 16/12/2020

La Legge 160/2019 in sede di prima applicazione prevede che l'acconto corrisponda alla metà di quanto versato a titolo di Imu e Tasi per l'anno 2019. Il versamento della rata a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno sarà eseguita, a conguaglio, sulla base delle aliquote deliberate dal Consiglio Comunale per l'anno 2020. Nel caso di immobili venduti nell'anno 2020 bisognerà aggiornare il conteggio in base ai mesi di possesso.

Principali novità rispetto all'anno 2019
- Rurali: l'importo come sopra calcolato va versato con codice tributo 3913
- Immobili merce ( FABBRICATI COSTRUITI E DESTINATI DALL'IMPRESA COSTRUTTRICE ALLA VENDITA): l'importo come sopra calcolato va versato con il codice tributo 3939
- Unità abitative di proprietà dei pensionati Aire: dal 2020 non sono per legge assimilate all'abitazione principale

Si ritiene inoltre utile informare che le sentenze di Corte Cassazione, in materia di abitazione principale, circoscrivono quest'ultima all'unità immobiliare nella quale il possessore e i componenti del suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Le sentenze si riferiscono ai casi ove i componenti del nucleo familiare risultano avere la residenza e la dimora abituale in due comuni diversi. L'Ufficio Tributi rimane a disposizione per chiarimenti in merito.

Aggiornamento al Decreto Legge 34/2020
AI SENSI DELL'ARTICOLO 177 DEL D.L. 34/2020

Non è dovuto l'acconto Imu 2020 per:
• stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali nonché stabilimenti termali
• immobili rientranti nella categoria D/2, agriturismo, villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, B&B, residence e campeggi a condizione che i proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

Si specifica che la categoria "casa e appartamenti per vacanza" non va confusa con gli appartamenti ammobiliati ad uso turistico (aaut) che devono versare l'acconto.

Per eventuali chiarimenti si prega di scrivere alla mail dei tributi o di contattare i seguenti numeri telefonici.
tributi@comune.arenzano.ge.it
010/9138290
010/9138309
010/9138211
Arenzano, 28/05/2020
L'UFFICIO TRIBUTI

Allegati: