Dettaglio notizia

02/11/2017: Circolare Regione Liguria circa "uso del fuoco nel bosco"

Gli incendi boschivi rappresentano un  problema di notevole rilevanza,  storicamente sentito,  in particolare, in molte aree del bacino mediterraneo. La problematica è connessa senz'altro ad aspetti di  carattere climatico e territoriale, ma è sicuramente collegata anche all'interazione dell'uomo con l'ambiente. A tal fine la normativa e la pianificazione di settore prevedono una serie di strumenti volti a ridurre i rischi che originano sia da azioni dolose, sia da errati comportamenti di tipo colposo, dai quali derivano  annualmente, su base statistica, molti  gravi  danni   al patrimonio  boschivo  ed  un  rilevante onere  per  gli  interventi  di spegnimento, anche in Liguria.     
A livello nazionale, la base normativa di riferimento è  la Legge n. 353/2000 "Legge-quadro in  materia  di incendi boschivi", che  tuttavia  non incide direttamente  a livello di procedure  per l'utilizzo  del fuoco nel bosco,  oggetto  della presente comunicazione. Nella nostra regione, infatti,  in tema di tutela  dei  boschi  dagli  incendi,  i  principali riferimenti normativi sono rappresentati dalla l.r. n. 4/1999 "Norme in materia di foreste e di assetto idrogeologico",  nonché  dal  relativo regolamento  attuativo,   ossia  il  R.r.  n.  1/1999 "Regolamento delle prescrizioni di massima e di polizia forestale".

In merito, fermo restando che le disposizioni normative di tutela non sono  mutate nell'ultimo  periodo, è   tuttavia  necessario  considerare  alcune  modifiche  dell'assetto istituzionale  che sono   invece  recentemente  intervenute  e  che  hanno  determinato la variazione dei soggetti coinvolti nei procedimenti previsti.
In particolare si rappresenta che  alcune funzioni regionali  in materia di prevenzione degli  incendi  boschivi erano operativamente  affidate, su  base convenzionale,  al Corpo Forestale  dello  Stato,  che le  svolgeva  presso   le strutture denominate  Ispettorati Ripartimentali delle Foreste (IRF). Tuttavia, a seguito del decreto  legislativo 19 agosto 2016,177, dal 1 gennaio 2017 il Corpo Forestale medesimo è stato assorbito in altre forze di polizia e pertanto, fino alla eventuale definizione di una nuova convenzione con altri soggetti, le funzioni in questione precedentemente svolte dagli IRF sono ora direttamente in capo allo scrivente Settore,  che è appunto la struttura regionale competente in materia di incendi boschivi. Inoltre, è  necessario prendere in considerazione la soppressione delle Comunità montane (che erano Enti delegati per  talune funzioni in materia agricola  e forestale) e la riattribuzione dei compiti ad esse assegnate, come operata con la  l.r. n. 7/2011.
Per chiarire,  quindi,  quale sia il  vigente assetto normativo  e organizzativo,  quali  i soggetti  coinvolti e quali  le  procedure che  devono  essere utilizzate nei  casi  in cui le disposizioni consentono, a determinate condizioni, l'uso del fuoco  nel bosco o  nelle  sue prossimità, è stato predisposto il documento allegato, completato  della relativa modulistica a disposizione dell'utenza. Per favorirne la divulgazione, il documento  è disponibile anche sul portale tematico del Dipartimento, all'indirizzo http://www.agriligurianet.it/it/impresa/modulistica/settore-forestale.html, dal quale è scaricabile, unitamente alla modulistica. 

Documenti Correlati