Ufficio Elettorale

Scheda dell'Ufficio:

Immagine che rappresenta un orologio
Orari di ricevimento:
vedi pagina orario Uffici
Immagine che rappresenta un gruppo di persone
Personale dell'ufficio

Responsabile di Area
Dott. Renzo Ticineto
Tel: 010-913.8.264
e-mail: renzo.ticineto@comune.arenzano.ge.it



Dott.ssa Mariapaola Vernazza
Tel: 010-913.8.209
e-mail: mariapaola.vernazza@comune.arenzano.ge.it


Immagine che rappresenta un fax
Numero di Fax:
010.9138.318
Immagine che rappresenta una busta - email
e-mail dell'ufficio:

L'Ufficio Elettorale è un servizio di competenza statale disciplinato dal Testo Unico 20 marzo 1967, n. 223 e successive modifiche ed integrazioni, che definisce e fissa in modo completo i requisiti, le procedure, gli adempimenti e gli obblighi dei Comuni atti ad assicurare l'esercizio del diritto elettorale a tutti coloro che ne sono titolari.

ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO 2019
In occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, che si svolgeranno in tutti i Paesi membri dell'Unione Europea nel periodo compreso tra giovedì 23 e domenica 26 maggio 2019, gli elettori italiani che si trovano temporaneamente in un Paese membro dell'Unione Europea per motivi di studio o di lavoro, nonché i familiari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani presso i seggi istituiti dagli Uffici consolari.
Per essere ammessi al voto è necessario presentare entro il 7 marzo 2019 apposita domanda - indirizzata al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali e da consegnare al Consolato italiano competente – preferibilmente redatta utilizzando il modulo allegato.
Per le modalità di presentazione della domanda presso l’Ufficio consolare di competenza si consiglia la consultazione del relativo sito istituzionale.
Le domande accolte saranno trasmesse, a cura dei Consolati, ai Sindaci dei Comuni di iscrizione nelle liste elettorali per i successivi aggiornamenti delle liste stesse.
Il termine del 7 marzo 2019 è tassativo e non derogabile; oltre tale data le domande non potranno essere accolte e gli elettori temporaneamente all’estero per motivi di studio e di lavoro potranno esercitare il loro diritto di voto esclusivamente in Italia oppure nel Paese di abituale residenza UE se iscritti all’AIRE.

I cittadini italiani che invece sono permanentemente residenti in un Paese UE e iscritti all'AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) e che non hanno optato per il voto a favore dei candidati locali saranno ammessi al voto per i candidati italiani senza necessità di presentare alcuna dichiarazione.
Chi rientra nelle categorie di cui sopra riceverà a casa, da parte del Ministero dell'Interno italiano, il certificato elettorale con l'indicazione della sezione elettorale istituita dall’Ambasciata o dal Consolato presso la quale votare, della data e dell'orario delle votazioni. In caso di mancata ricezione potrà contattare l'Ufficio consolare competente per verificare la propria posizione ed eventualmente richiedere il certificato sostitutivo. Coloro che invece desiderano votare in Italia pur essendo residenti in un Paese membro dell'Unione Europea devono presentare richiesta, entro il giorno precedente le elezioni in Italia, al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti.

È penalmente sanzionato il doppio voto
:- chi vota per i candidati al Parlamento Europeo per il Paese di residenza non potrà votare anche per quelli italiani, e viceversa;- chi vota per i candidati italiani presso le sezioni elettorali istituite all'estero dagli Uffici diplomatico-consolari non potrà farlo anche presso le sezioni elettorali in Italia, e viceversa.

Nessuno può votare più di una volta nel corso delle stesse elezioni
: gli elettori in possesso di più cittadinanze di Paesi membri dell'Unione Europea possono esercitare il loro diritto di voto per i candidati di uno solo degli Stati di cui sono cittadini.
I cittadini italiani residenti nei Paesi non membri dell'Unione Europea possono votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo presso il Comune di iscrizione elettorale in Italia. A tal fine, entro il ventesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali, riceveranno dal Ministero dell'Interno apposita cartolina avviso.

Riferimenti normativi
: Legge 24 gennaio 1979 n. 18 - Decreto-legge del 24 giugno 1994 n. 408 (convertito in Legge 3 agosto 1994, n. 483)